Teatri 35 i “disegnattori”

E’ UN ATTORE ma sa anche disegnare: è un “disegnatore”. E’ questa la figura che intende formare la compagnia di attori Teatri 35, vincitrice del concorso Teatri del Sacro 2013. Insieme alle pittrici Caroline Peyron e Simonetta Capecchi, hanno ideato un laboratorio con cinque incontri di disegno più nove di teatro al costo di 200 euro. Prima lezione giovedì 21 novembre (ore 17) presso il nuovo centro di produzione “B-giù”, cogestito da Teatri 35.


Il laboratorio
è dedicato a due importanti pittori italiani, Pontormo e Rosso Fiorentino, ovvero Jacopo Carucci e Giovan Battista di Jacopo e prevede, oltre al modulo per “disegnattori”, anche un modulo di disegno del corpo in movimento rivolto ai disegnatori (5 incontri, costo 100 euro) e laboratorio teatrale di tableaux vivants rivolto agli attori (14 incontri per 150 euro).

“Quest’anno vogliamo dare la possibilità ai disegnatori di entrare nel quadro e agli attori di passare in platea” dicono Gaetano Coccia, Francesco Ovidio de Santis e Antonella Parrella di Teatri 35 commentando il nuovo laboratorio che unisce il ritmo del tratto a quello del gesto.

E aggiungono: “Il ritmo è il fondamento del disegno, della scena e della musica. Disegnare è entrare nel quadro, stare in scena è entrare vivi nei tableaux”.

Tutti i partecipanti ai tre moduli, alla fine dei corsi, saranno coinvolti in una performance che verrà realizzata in primavera a Firenze in occasione della mostra Pontormo e Rosso. Divergenti vie della “maniera”. Gli studenti, alla fine dei corsi, riceveranno in omaggio una t-shirt del laboratorio.

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Facebook0
Twitter
Google+
http://www.ladomenicasettimanale.it/2013/12/09/teatri-35-i-qdisegnattoriq/
RSS
Scroll Up