L’ex procuratore Ingroia si schiera con Di Battista e suggerisce a Di Maio: “Accetta le critiche, ammetti gli errori altrimenti sarà la fine politica del M5S”

L’ex procuratore Ingroia si schiera con Di Battista e suggerisce a Di Maio: “Accetta le critiche, ammetti gli errori altrimenti sarà la fine politica del M5S

“Mi volete dare la colpa del risultato delle Europee? Va benissimo. Ma io questa campagna elettorale me la sono fatta da solo“. E, “scusate se mi incazzo se quelli che non sono venuti sul palco con me il giorno dopo le Europee stavano, e stanno ancora, in giro per l’Italia a presentare libri. Perché questo mi fa incazzare molto se permettete”.

Luigi Di Maio è furioso e non arretra di un centimetro anzi rilancia la polemica contro il suo compagno e fratello Alessandro Di Battista. Questa volta le esternazioni giungono dal palco dell’assemblea territoriale M5s della Lombardia.

Ancora una volta davanti agli attivisti e ancora una volta contro Dibba che ha appena pubblicato il libro “Politicamente scorretto” (Paper First). I due più volte hanno rassicurati i tanti che sospettano ad una clamorosa rottura facendosi vedere in pubblico sorridenti e e dando la colpa ai soliti gossippari e liquidato il tutto con “polemiche montate ad arte”.

Dall’assemblea lombarda chiusa ai giornalisti qualcosa è trapelato e pare che il capo dei 5 Stelle abbia dichiarato guerra all’ex deputato grillino.

Di Maio è sotto pressione e teme di perdere la leadership. Non ha molto gradito lo spostamento di Davide Casaleggio proprio a favore di Di Battista.

Sulla vicenda è intervenuto con un post l’ex procuratore di Palermo Antonio Ingroia che scrive: “Caro Di Maio, forse dovresti ‘incazzarti’ di meno e farti qualche domanda in più: come mai c’è ‘qualcuno’ dei più vicini a te che non ha appoggiato la ‘tua’ campagna elettorale alle Europee e poi presenta libri dove prova a fare l’autocritica che tu non hai il coraggio di fare? Come mai – per fare nomi e cognomi – uno dei ‘fondatori’ del M5S come Alessandro Di Battista giustamente e coraggiosamente critica l’ingresso nei Palazzi del Potere del M5S con modalità e compromessi che hanno fatto perdere non solo voti e consensi, ma anche sogni e coraggio? Ma – si sa – il nostro Paese non è abituato ai dubbi e alle autocritiche”.

E poi aggiunge : “Quindi, tu continuerai per la ‘tua’ strada, ma – al posto tuo – ascolterei le assennate (e perfino moderate) critiche di Di Battista: altrimenti, è solo questione di tempo”.

Ingroia sembra sapere come andrà a finire la vicenda dei Pentastellati: “Il declino inesorabile è già avviato, il tempo in politica brucia molto presto, Renzi docet”.

L’ex procuratore Antonio Ingroia conclude dando un consiglio a Di Maio: “O impari ad accettare le critiche ed anche ad ammettere errori e a fare autocritica, ovvero la fine politica del M5S sarà molto più vicina del previsto. Con risultati disastrosi soprattutto per il Paese, che verrà consegnato nelle mani di Salvini e c. Quindi, ascolta Di Battista che ha le sue sacrosante ragioni. Ma – lo so – non lo ascolterai…”.

Pier Paolo Milanese

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi