Privacy Policy

Russiagate della Lega, scatta la censura del presidente Elisabetta Alberti Casellati

Tensioni e parole pesanti al Senato. Di fronte all’onda lunga dello scandalo sull’asse Lega-Cremlino e i presunti finanziamenti affluiti al Carroccio da uomini collegati a Putin molti senatori hanno presentato interrogazioni urgenti.

Insomma, il Russiagate della Lega ha provocato uno scontro tra il Pd e la presidente Elisabetta Alberti Casellati.

La presidente è stata accusa di non condurre l’aula in modo neutrale e di essere di parte.

Accusa respinta con sdegno dalla numero uno del Senato e che ribadisce solo di aver solo applicato il regolamento.

Ma il Pd non ci sta e accusa di faziosità Elisabetta Alberti Casellati perché ha dichiarato inammissibili le tre interrogazioni e di aver liquidato la vicenda come gossip della stampa.

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Facebook0
Twitter
RSS
Scroll Up