Fuorigrotta. Riemerge dalle terme romane di via Terracina una antica strada dell’impero romano

Miracolo al quartiere Fuorigrotta di Napoli. Sta riemergendo presso le terme romane di via Terracina, nel popoloso quartiere della periferia Occidentale di Napoli, l’antica strada Puteoli-Neapolim.

L’antica arteria rappresenta la più importanti della Campania che collegava Pozzuoli, il porto commerciale dell’impero romano, con Napoli.

Lo scavo archeologico in corso è condotto dagli studenti universitari della Orientale e dalla Federico II di Napoli coordinati dai professori Marco Giglio e Gianluca Soricelli.

Il lavoro mira a ripercorrere le aree scavate negli anni ’30 del secolo scorso, in particolare concentrandosi sull’area residenziale delle terme e sugli assi viari non indagati ancora a fondo.

Un lavoro di scavo presso le terme romane di via Terracina cominciato da Amedeo Maiuri, all’epoca sovrintendente alle Antichità di Napoli e del Mezzogiorno, riaffiorate durante i lavori di realizzazione della Mostra delle Terre d’Oltremare.

A coordinare il lavoro è Marco Giglio, docente di Metodologia e tecnica della ricerca archeologica presso l’Università L’Orientale di Napoli e responsabile, assieme all’archeologo Gianluca Sorricelli, docente associato di Storia romana presso l’Università del Molise, della campagna di scavo in corso.

Léquipe di studenti e docenti ha fatto un’altra interessante scoperta: un ampio piano pavimentale realizzato in cocciopesto databile al III secolo d. C.

La notizia di straordinaria importanza è stata documentata dal National Geographic Italia grazie al giornalista Antonio Cangiano che oltre alla stesura della notizia ne ha curato anche i rilievi fotografici.

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Facebook0
Twitter
RSS

ASCOLTA LE ULTIME NOTIZIE

Scroll Up