Il Papa nella ‘Terra dei Fuochi’. L’oncologo Marfella: “Visita che deve far riflettere gli amministratori che negano la sua esistenza”

Il Papa nella ‘Terra dei Fuochi’. L’oncologo Marfella: “Visita che deve far riflettere gli amministratori che negano la sua esistenza”.

“Sono commosso per la visita di Papa Fracesco nella Terra dei Fuochi. Quando denunciavamo l’esistenza dello sversamento dei rifiuti tossici nei terreni e la correlazione tra l’insorgenza di tumori e l’ambiente ci dicevano che eravamo dei pazzi”.

Parla Antonio Marfella, oncologo di fama, ricercatore e impegnato da anni nella lotta contro la Terra dei Fuochi.

Papa Bergoglio forse è l’unico ch fa i conti con la realtà ha scelto ancora una volta un luogo di sofferenza e di fragilità ed ha annunciato che il 24 maggio sarà nella Terra dei Fuochi per testimoniare tutta la sua vicinanza alla gente di quella terra che soffre, e muore, a causa dell’inquinamento.

E ha scelto una giornata significativa: il 24 maggio ricorreranno infatti i 5 anni dalla sua Enciclica Laudato si’ per una “ecologia integrale”.

Il pontefice farà tappa in una città simbolo: Acerra.

“La visita del Papa deve far riflettere – spiega Marfella – i tanti amministratori che ancora oggi negano l’esistenza della Terra dei Fuochi”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

4 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi