Gli avvoltoi elettorali su Mondragone: Dove ci sono le telecamere ecco sfilare Caldoro, Salvini e simili

Ci risiamo, la solita strategia della mietitura di consenso operata da Matteo Salvini che viene messa in atto utilizzando lo sciacallaggio mediatico e spettacolare. Del resto questa è la strategia dei sovranisti mondiali: colpire le coscienze più deboli nel ventre molle del loro malessere sociale”.

Lo dicono i movimenti antifascisti casertani che domani saranno in presidio ai palazzi ex Cirio a Mondragone. Ci sarà un robusto spiegamento di forze dell’ordine in assetto antisommossa perchè la tensione resta alta.

“Salvini non ti vogliamo – rimarcano – e faremo di tutto per renderti la visita quanto più sgradevole possibile, in barba all’accoglienza che da sempre contraddistingue le nostre terre. Mondragone non si lega: non si lega alla malavita, agli agitatori – concludono i movimenti – e non si lega agli sciacalli”.

Intanto, sul piano sanitario c’è solo un paziente positivo, subito isolato, riscontrato al di fuori della mini zona rossa. In tutto sono quarantaquattro le persone trovate positive a Mondragone negli ultimi giorni, su oltre 2700 tamponi praticati, per una percentuale inferiore al 2%.

Quarantatré contagiati risiedono nei palazzi ex Cirio (42 bulgari e un italiano), sottoposto da lunedì 22 giugno a cordone sanitario; nella mini zona rossa sono stati praticati 730 tamponi, e i pazienti positivi sono stati tutti trasferiti in strutture sanitarie.

Al di fuori dei palazzi in quarantena è emerso nelle ultime ore un caso di positività tra i cittadini mondragonesi che si sono sottoposti allo screening di massa iniziato venerdì 26 giugno, portando il totale appunto a 44; si tratta di una persona residente in un’altra zona di Mondragone, un bracciante che avrebbe avuto contatti con qualcuno dei contagiati.

Stamane ha fatto tappa a Mondragone anche l’invisibile Stefano Caldoro, candidato presidente alla Regione Campania che anticipa di 24 ore la visita di Salvini, capo del partito più forte del centrodestra alleato e sostenitore della candidatura di Caldoro che in queste ore a valanga soffia sul vento.

Ma Caldoro è appunto invisibile e dice : Servono risposte immediate e concrete per garantire salute e sicurezza dei cittadini. Basta annunci. È il momento di tornare alla normalità”.

Frasi da libro Cuore che non si capisce come si conciliano con Salvini. Misteri della campagna elettorale.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi