Berlusconi: “Abbiamo il dovere di provare a cambiare governo”

Silvio Berlusconi gioca e prova a distribuire le carte. Riapre la possibilità di sostenere la maggioranza rompendo le uova nel paniere del centrodestra a trazione leghista.

Pone paletti, ricorre a dei distinguo ma la sostanza non cambia: il leader di Forza Italia, in pratica, ritiene che la gravita’ della situazione del Paese impone un passo di lato.

“Se tuttavia molti parlamentari si rendessero conto della necessita’ di anteporre all’interesse personale o all’appartenenza di partito il bene collettivo, se alcune forze politiche fossero disponibili a dare vita a un governo diverso e migliore di questo, forse sarebbe il caso di parlarne”.

Il vecchio leader lo afferma con chiarezza e non casualmente dopo la manifestazione di Roma del centrodestra.

“Fra l’ipotesi di tenerci per altri due o tre anni il governo Conte, con i Cinque Stelle come ‘azionisti di riferimento’ e quella di avere un governo diverso, piu’ autorevole, piu’ credibile in Europa e nel mondo, che faccia una politica adeguata per uscire dalla crisi, che sia piu’ in sintonia con la maggioranza degli italiani, io dico che vale la pena almeno di pensarci”, ha aggiunto l’ex cavaliere.

“Il centrodestra potrebbe ragionarne insieme – se mai ve ne fosse la possibilita’ concreta – e insieme decidere come comportarsi”, ha insistito. “Mi e’ sembrata una bella manifestazione”, ha detto Berlusconi dell’iniziativa a Piazza del Popolo con FdI e Lega, “organizzata tra l’altro, come mi ero raccomandato, nel pieno rispetto delle norme sanitarie per evitare contagi. Ho visto una piazza che non si e’ limitata a fornire una rappresentazione plastica del dissenso del centrodestra e dunque di milioni di italiani nei confronti di questo governo, ma dalla quale sono emerse proposte e, soprattutto, un punto di vista comune”.

“Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia sono partiti diversi, ma stretti in un’alleanza molto solida basata su valori condivisi e un grande – e moderno – progetto di governo”, ha osservato, “a Matteo Salvini e Giorgia Meloni mi lega un rapporto di amicizia e di affetto e li ringrazio per avere manifestato ancora una volta nei loro interventi dal palco la loro vicinanza per la drammatica persecuzione di cui sono stato vittima e il loro sdegno per quanto accaduto”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 1
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi