Gettavano in discarica abusiva indumenti e scarti di lavorazione tessile

Indumenti usati, accessori per abbigliamento, pezzami da lavorazione e scarti tessili, balle di materiale di ogni genere e anche scarti edili. Una discarica abusiva è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Napoli che oggi ha notificato 18 misure cautelari e sequestrato ben 12mila tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi.

L’operazione è stata coordinata dalla Dda partenopea su impulso dei finanzieri di Torre Annunziata.

L’indagine è il culmine di un sequestro scattato a Pompei (Napoli) nel gennaio 2018, di 13 capannoni nei quali erano illecitamente ammassate 6 mila tonnellate di rifiuti speciali.

A liberarsi dei rifiuti erano aziende operanti nel commercio al dettaglio e all’ingrosso di tessuti o abbigliamento, e del settore del relativo trattamento e smaltimento di tali prodotti.

Queste aziende trovavano più conveniente liberarsi in maniera illegale dei rifiuti prodotti, sottraendosi alle onerose procedure previste dalla normativa ambientale di settore, lucrando enormi profitti derivanti dal risparmio sulle spese che avrebbero dovuto sostenere.

Sono in corso perquisizioni nei confronti degli indagati e sequestri di altri depositi usati per accatastare e lasciare in stato di totale abbandono i rifiuti speciali creando delle bombe ecologiche.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi