Inchiesta Sant’Antimo: intercettazioni Cesaro, tra 10 giorni decide il Gip

Deciderà entro dieci giorni, il gip di Napoli Maria Luisa Miranda, in merito all’utilizzabilità delle intercettazioni in cui compare anche la voce del senatore di Forza Italia Luigi Cesaro, finite nell’inchiesta dei carabinieri del Ros e della Procura di Napoli sulle presunte collusioni tra politica e Camorra a Sant’Antimo, comune dove è nato il parlamentare indagato.

Si tratta di intercettazioni, occasionali e indirette, captate durante l’indagine del reparto speciale dei militari dell’Arma.

All’udienza hanno preso parte i sostituti procuratori titolari dell’indagine, i pm Loreto e Alfano (che contestano il concorso esterno in associazione mafiosa), e i due legali del parlamentare, gli avvocati Alfonso Furgiuele e Michele Sanseverino.

Qualora il giudice per le indagini preliminari partenopeo dovesse decidere per l’utilizzabilità (parziale o totale) di quelle intercettazioni, sarà necessario inoltrare richiesta per l’autorizzazione alla Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari del Senato della Repubblica.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi