Elezioni in Campania, il vero match è tra l’uscente De Luca e il roboante De Luca: “Zingaretti? È andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c’è ha beccato il Covid”

Elezioni in Campania, il vero match è tra l’uscente De Luca e il roboante De Luca: “Zingaretti? È andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c’è ha beccato il Covid”.

Aveva promesso sobrietà, aveva giurato di astenersi dal fare battute, di fare il buono, di mordersi la lingua ed evitare di suscitare critiche e polemiche. Erano solo intenti, promesse, fioretti.

Il presidente uscente e candidato al Consiglio della Regione Campania non si trattiene e dialogando con Bruno Vespa al congresso Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile) a Sorrento commette una gaffe o meglio una battutaccia su segretario del Pd Nicola Zingaretti.

De Luca ripercorre i giorni bui dell’emergenza Covid e dice al giornalista di Porta a Porta: “Abbiamo anticipato di 20 giorni le misure prese poi dal governo. Ci ricordiamo alcune frasi come ‘Milano non si ferma’, ‘Bergamo non si ferma'”.

Poi la battutaccia: “Un segretario di partito che è anche un mio amico è andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c’è ha beccato il Covid”.

A stretto giro la senatrice del Pd Valeria Valente reagisce e risponde : “La derubricherei a una battuta mal riuscita”.

Anche Stefano Caldoro, uno dei competitor di De Luca risponde a muso duro alla battuta: “Lasciamo fuori Dio dalla campagna elettorale. Non si governa con le battute specie quelle di cattivo gusto”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

3 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi