Le ruspe abbattono l’ex villa bunker del clan dei Moccia

E’ stato eliminato “dal territorio un simbolo della criminalita’ camorristica”. Cosi’ il prefetto di Napoli Marco Valentini ha salutato, questa mattina, l’abbattimento a Caivano, nel napoletano, del complesso “ex villa Moccia” appartenuto e poi confiscato all’omonimo clan della camorra.

L’immobile, spiegano dalla prefettura, acquisito al patrimonio comunale, versava in precarie condizioni strutturali e ambientali ormai irrecuperabile per finalita’ istituzionali o sociali. 

Con il Prefetto di Napoli c’erano i componenti della Commissione straordinaria del Comune di Caivano ed i vertici locali delle Forze dell’ordine.

L’immobile, confiscato al clan camorristico Moccia e acquisito al patrimonio comunale, versava in precarie condizioni strutturali e ambientali ormai irrecuperabile per finalità istituzionali o sociali.

Il Prefetto Valentini si è congratulato con la Commissione straordinaria per il risultato conseguito che ha consentito di eliminare dal territorio un simbolo della criminalità camorrista. 

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi