Landini da Napoli chiede: “Un progetto serio per il Mezzogiorno d’Italia”

Maurizio Landini, segretario della Cgil ha scelto Napoli, piazza Dante per la giornata di mobilitazione nazionale unitaria dei sindacati. Una scelta non casuale. La capitale del Sud soffre e con Palermo in pochi mesi ha perso oltre 23mila posti di lavoro.

“Ripartire dal lavoro vuol dire ripartire dai diritti, dalla qualità del lavoro, dalla lotta alla precarietà e avere un progetto generale di cui il Mezzogiorno non è semplicemente aiutare una parte del Paese, ma è la condizione perché il Paese possa essere rilanciato e si possa costruire un’Europa del lavoro e sociale” ha sottolineato.

“È importante che il Parlamento confermi il blocco dei licenziamenti ci sono anche delle richieste, a partire da Confindustria, di mettere in discussione il blocco” – spiega il segretario della Cgil –

“Bisogna far partire gli investimenti e fare una riforma degli ammortizzatori sociali che permetta di collegare la formazione, gli orari di lavoro, che incentivi l’uso dei contratti di solidarietà – conclude – e di altre forme e poi naturalmente nell’immediato c’e’ il problema di far ripartire gli investimenti per fare in modo che non ci sia un blocco totale delle attività”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi