Il premio responsabilità sociale ‘Amato Lamberti’ dedicato al filosofo Aldo Masullo

 Sara’ dedicato alla memoria di Aldo Masullo, il grande filosofo scomparso lo scorso aprile, il premio Responsabilita’ sociale Amato Lamberti, in programma sabato 26 settembre a partire dalle 18 negli spazi all’aperto del centro europeo di studi di Nisida.

La settima edizione del Premio, accreditata come corso di formazione dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, avrà come temi portanti la cultura, la solidarietà, la lotta alle mafie e la salute, sara’ introdotta da Ida Palisi e presentata da Piero Sorrentino, con ospiti noti, a partire dal magistrato e saggista Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro, sotto scorta da circa vent’anni per le sue azioni di contrasto alla ‘Ndrangheta, che sara’ subito protagonista di un’intervista pubblica condotta da Isaia Sales.

Seguirà la cerimonia di premiazione vera e propria che vedrà la partecipazione del regista Edoardo De Angelis cui andrà il premio Edizione 2020, introdotto dalla giornalista e responsabile della Fondazione film Commission Campania Titta Fiore.

Organizzato dall’associazione Jonathan e dal gruppo di imprese sociali Gesco, tra le novità di questa edizione, ci sara’ il premio alla memoria ad Aldo Masullo che sarà ritirato dai suoi familiari e consegnato da Nino Daniele, oltrechè il premio alla Salute Pubblica che va all’azienda ospedaliera Santobono Pausilipon.

A Ottavio Ragone e alla redazione napoletana de La Repubblica che quest’anno raggiunge l’importante traguardo dei trent’anni di attività va il premio dedicato al giornalismo che si sdoppia, come di consueto, per la sezione televisiva con un riconoscimento al giornalista Rai Domenico Iannacone.

Per il lavoro sociale viene premiata la Fondazione Grimaldi e per la cultura l’editore Giuseppe Laterza per il Festival di Storia, organizzato a Napoli con il contributo dell’associazione ‘A Voce Alta. Per l’impresa sara’ premiato Matteo Potenzieri presidente della cooperativa Wbo Italcables di Caivano e infine la menzione speciale dedicata alla memoria del magistrato Paolo Giannino andrà al sociologo Massimo Corsale.

Non poteva mancare in questa 9edizione un’attenzione particolare alle azioni solidali durante il lockdown: cosi’ il premio alla cittadinanza va a Pina Andelora e Angelo Picone per l’iniziativa del ‘Panaro Solidale’ e quello Napoli Città Solidale alla coppia di stilisti Davide De Vivo e Matteo Paloni del marchio Ntmb, per la creazione di una rete di solidarieta’ nel pieno della pandemia.

Un riconoscimento infine andrà all’attrice Maddalena Stornaiuolo per la sua azione di sostegno ai ragazzi dei quartieri difficili. Con il presidente di Gesco Sergio D’Angelo e i responsabili di Jonathan Silvia Ricciardi e Vincenzo Morgera, interverranno alla cerimonia di premiazione il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e l’assessora alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Eleonora de Majo.

La serata vedra’ la partecipazione di alcuni ragazzi dell’Istituto penale per i minorenni, ai fornelli nella preparazione dell’aperitivo. 

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi