Asia, 100 dipendenti interessati da misure sanitarie restrittive

Sono circa 100 i lavoratori di Asia, azienda del Comune di Napoli  responsabile della raccolta dei rifiuti in città, interessati da misure sanitarie restrittive.

Lo fa sapere l’azienda, spiegando che “fortunatamente nessun lavoratore presenta una gravità della malattia tale da richiedere terapie intensive e gli ospedalizzati sono poche unità.

Tuttavia – prosegue la nota – l’assenza dal lavoro di un centinaio di lavoratori si protrarrà per settimane, con una ricaduta negativa importante sui livelli di servizio che la città richiede.

Al fine di garantire, comunque, il massimo svolgimento dei servizi programmati e di quelli aggiuntivi, l’azienda ha provveduto a richiedere un maggior impegno di lavoro straordinario ai suoi dipendenti ed è ricorsa all’impiego di lavoro somministrato per tutto il periodo nel quale sarà necessario provvedere all’integrazione degli equipaggi per lo svolgimento dei regolari servizi di igiene urbana e raccolta dei rifiuti”.

Asia assicura che “ogni sforzo, d’intesa con l’Amministrazione comunale, sarà compiuto per assicurare il più regolare servizio alla città, nell’auspicio di non essere ancor più duramente colpiti dalla pandemia. A tal proposito, Asia  Spa ha dispiegato tutte le misure di prevenzione e sicurezza dei propri lavoratori, nel rispetto di ogni norma e protocollo e con il confronto permanente con le organizzazioni sindacali.

L’azienda augura ai propri lavoratori, risultati positivi al coronavirus, una pronta guarigione, ringrazia le maestranze che si stanno prodigando per sopperire alle oggettive difficoltà organizzative del momento e invita la cittadinanza a comprendere lo sforzo straordinario che è richiesto alla nostra azienda in questa particolare circostanza”, conclude la nota. 

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi