A Napoli sembra la vigilia di Natale altro che lockdown

L’impazzimento. Scene di delirio. Napoli affollata come non mai. Non sembra la vigilia del lockdown ma quella di Natale. Shopping, negozi pieni, ristoranti e pub prese d’assalto.

Dal Vomero, al Centro storico passando per il lungomare e per le piazze e le strade della movida di Chiaia. Migliaia di persone, assembramenti e in tanti senza mascherina. L’appello del comandante della Polizia Municipale partenopea, Ciro Esposito non è stato per niente ascoltato.

“Mi appello ai napoletani: conformate il vostro comportamento al senso di responsabilità. Il comportamento di tutti noi incide sul sistema sanitario, su chi in questo momento sta soffrendo, su chi potrebbe pagare le conseguenze di scelte sbagliate” – aveva detto il comandante -.

“I controlli sono in corso già dal periodo di applicazione della zona gialla e anche nei mesi scorsi – aggiunge Esposito – ma ora con la zona rossa ci saranno anche posti di blocco e controlli mobili. Azioni necessarie ma è indispensabile la collaborazione dei cittadini affinché le misure restrittive raggiungano l’obiettivo”.

In molti hanno preferito, invece, in una sorta di grande rito esorcizzare il lockdown. La speranza è che almeno le regole minime anticontagio sia state rispettate.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

2 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi