La nuova Ciarambino sembra Mattarella: “Serve unione e serve sobrietà nel linguaggio e nei comportanti di ognuno, esponenti di maggioranza e di opposizione”

“Non possono esistere più bandiere che dividono in un momento così delicato, ma serve unione e serve sobrietà nel linguaggio e nei comportanti di ognuno, esponenti di maggioranza e di opposizione”.

Sembra che a parlare con tanta saggezza, garbo e lungimiranza sia il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, invece, è l’eterna capogruppo e neo vice presidente del Consiglio Regionale la facilitatrice Valeria Ciarambino (M5S).

Occasione è la seduta di Consiglio regionale dove l’esponente grillina ha preso la parola e si è rivolta con tono morbido e pacato al Governatore Vincenzo De Luca: “I cittadini non meritano di assistere a qualsivoglia bega politica. Chi soffiera’ sulla rabbia sociale rischierà di provocare un effetto domino, delle cui conseguenze sarà responsabile”.

E poi con fare mistico conclude : “I cittadini vivono con il terrore di non arrivare più alla fine mese. Hanno il diritto di vedere l’istituzione regionale coesa. Meno politici e più uomini e donne di Stato: il Consiglio sia luogo di collaborazione, lontano dalla propaganda e vicino a cittadini”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi