Venti di crisi, Renzi detta l’agenda all’esecutivo e pone i 61 punti del Recovery Plan: c’è anche il Mes

Venti di crisi, Renzi detta l’agenda all’esecutivo e pone i 61 punti del Recovery Plan: c’è anche il Mes.

Matteo Renzi ha presentato al Senato pochi minuti fa il progetto di Italia Viva per il Recovery Plan.

Nei fatti è un aut aut, un ultimatum al governo presieduto da Giuseppe Conte.

L’ex premier ha chiesto all’attuale esecutivo un profondo cambio di passo dettando ben 61 punti e chiedendo senza se e senza ma l’uso del Mes ovvero il prestito dei 34 miliardi di euro da investire totalmente nella sanità.

E poi dei 204 miliardi del Recovery Pla servono più risorse per progetti formativi, culturali, sviluppo industriale, infrastrutture, alta velocità, transizione verde ed edilizia popolare. Basta con la logica del sussidio e dei soldi a perdere.

Un Renzi a tutto campo che non si nasconde e insiste sulla delega sui servizi segreti che non possono continuare a stare nelle mani del premie. Ma poi avvisa: se le posizioni del governo restano intatte, non cambiano, Italia Viva non farà più parte della maggioranza con le ministre e il sottosegretario che lasceranno l’esecutivo.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi