Il prefetto incontra il rider aggredito per ringraziarlo

Il prefetto di Napoli, Marco Valentini, ha incontrato presso il palazzo del Governo il rider Gianni Lanciato, vittima di una violenta aggressione nella notte tra il 3 e 4 gennaio.

L’uomo mentre svolgeva il prorpio lavoro è stato circondato e aggredito da una gang di giovanissimi nella zona di Calata Capodichino, già individuati dalle forze dell’ordine che hanno anche recuperato lo scooter sottrattogli.

No ostante l’aggressione Gianni si è preoccupato di concludere le consegne e poetare a termine il prprio lavoro. E nelle ore successive il fatto intervistato non ha nascosto il prprio dolore e amarezza nel vedere dei giovanissimi macchiarsi di reati abietti.

Gianni nel 2015 ha perso il lavoro di macellaio in un supermercato e da alora si è inventato mille mestieri per non far mancare nulla alla sua famiglia.

La sua vicenda ha insegnato molto e scosso la città che in poche ore dal fatto ha raccolto la somma di oltre 12mila. E lui Gianni ha ringraziato e affermato: “Sono commosso ma non voglio approfittare della bontà dei miei concittadini”.

Il prefetto ha espresso alla vittima dell’accaduto “la vicinanza delle istituzioni e la sua personale solidarietà, evidenziando come il sostegno ricevuto dalla società civile contribuisca a rafforzare i valori della legalità e del sistema di sicurezza dei cittadini”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi