Terra dei fuochi, Muscarà (M5s): “A rischio milioni di euro”

“Nonostante 7 milioni stanziati, e a ben cinque anni di distanza dalla stipula dell’accordo di programma quadro ‘Terra dei Fuochi’, sono ancora 12 i siti per i quali gli interventi sono ancora al palo, molti dei quali nel perimetro della cosiddetta Terra dei Fuochi. E il rischio, oltre al danno perpetuo all’ambiente e alla salute dei cittadini, è di perdere le risorse stanziate”.

È quanto denuncia la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà, che sulla questione ha presentato un’interrogazione alla giunta regionale della Campania.

“Tra le aree interessate – sottolinea Muscarà – e per le quali gli interventi risultano in corso da anni, se non addirittura mai avviati, ci sono quelle che ricadono nel territorio del Giuglianese, del Nolano e Casertano, al confine tra Castelvolturno e Mondragone. Ovvero, proprio le zone dove si concentra la più alta concentrazione di discariche abusive e dove si registra ogni anno, in particolare nel periodo estivo, la maggiore concentrazione di incendi”.

“La Regione Campania aveva la responsabilità di vigilare sul corretto utilizzo delle risorse e sui tempi di attuazione dei singoli interventi. Le risorse ci sono, la pianificazione è definita sulla carta da cinque anni, dunque se nelle aree nelle quali non si è ancora intervenuto i roghi continuano a infestare l’aria che respiriamo oggi sappiamo dove cercare le responsabilità” – conclude la consigliera Muscarà -.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi