Whirlpool, sindacati e lavoratori incontrano il neo ministro Giorgetti su licenziamenti

Prima il presidio poi l’incontro con il neo ministro dello Svlippo economico, Giancarlo Giorgetti. Sindacati e lavoratori del sito Whirlpool di Napoli hanno esposto la loro vicenda. E il numero deu delle Lega non si è tirato indietro. I sindacati al termine dell’incontro, spiegando di aver chiesto il blocco dei licenziamenti e che il ministro, hanno riferito, “da subito istituisce un tavolo” non solo con Whirlpool, “con la volontà di allungare il blocco dei licenziamenti”.  

“Abbiamo incontrato questa mattina il neo Ministro Giorgetti per porgli all’attenzione l’urgenza di intervenire sulla vertenza delle lavoratrici e dei lavoratori della Whirlpool di Napoli che oggi hanno manifestato al Ministero dello Sviluppo Economico. Senza la proroga del blocco dei licenziamenti in scadenza il 31 marzo, dal primo di aprile scattera’ la procedura di licenziamento collettivo per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool di Napoli”.

Lo dichiara Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile elettrodomestico che continua: “Il ministro Giorgetti ha preso l’impegno ad attivarsi, in sinergia con il Ministero del Lavoro, per allungare il tempo di copertura del blocco dei licenziamenti per tutti i lavoratori italiani, per poter affrontare le crisi industriali e trovare soluzioni. Abbiamo inoltre chiesto a Giorgetti di riaprire il tavolo di confronto con l’azienda. Le risorse del Recovery Fund andrebbero distribuite secondo il criterio di premiare le aziende che investono in Italia e sfavorire le multinazionali, come Whirlpool, che decidono di disimpegnarsi dall’Italia e di licenziare le lavoratrici e i lavoratori”.

“Il neo Ministro si e’ detto disponibile a contattare la proprieta’ americana e ad aprire una discussione con il Presidente del Consiglio sull’utilizzo dei fondi del Recovery Fund. Il Ministro- conclude- ha assicurato che quella di Whirlpool e’ una delle prime vertenze di cui si occupera’ e che presto convochera’ il tavolo con la multinazionale e le organizzazioni sindacali. Ci aspettiamo serieta’ e coerenza e che si passi subito dalle parole ai fatti”

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi