Giudice Esposito, sconcertante archiviazione mia denuncia

Il giudice Antonio Esposito – che è stato presidente della sezione della Cassazione che il primo agosto 2013 condannò Silvio Berlusconi nell’ambito del procedimento Mediaset per evasione fiscale – critica in una nota la decisione con cui, ieri, “il Gip del Tribunale di Napoli Giovanni Vinciguerra ha archiviato la mia denuncia nei confronti dei tre dipendenti dell’albergo di Lacco Ameno che mi avevano attribuito dichiarazioni da me mai pronunciate nei confronti di Silvio Berlusconi”.

Esposito cita il provvedimento nella parte in cui il giudice scrive che “le dichiarazioni dei tre dipendenti… non sembrano idonee ad integrare il prospettato reato di cui all’art. 371 c.p.: il falso giuramento della parte”, laddove invece il “reato prospettato” era quello di false dichiarazioni rese (all’avv. La Rosa) da persone informate dei fatti nel corso di investigazioni difensive (penali).

“È sconcertante – afferma Esposito – che il giudice parli di ‘un falso giuramento della parte’, che può avvenire in un giudizio civile, giudizio civile che, però, non è mai esistito né vi è mai stato un ‘giuramento della parte’, né giammai è stato ‘prospettato’ tale reato. Così come – prosegue – è sconcertante che il giudice scriva che ‘l’usurpazione di funzioni pubbliche sia altra condotta ipotizzata ex art. 371 c.p.’, (cioè, ancora una volta, il falso giuramento), laddove il reato di usurpazione di pubbliche funzioni è previsto dall’art. 347 del codice penale”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi