Dante Alighieri e Annalisa Durante indicano al rione Forcella, la strada del bene

Sotto lo sguardo attento del murales di Jorit raffigurante San Gennaro, il Sommo Poeta è sceso tra gli abitanti del Rione Forcella in un viaggio simbolico nelle viuzze del ventre della Napoli antica.

Sono stati gli studenti della III C dell’I.C. ‘Adelade Ristori’, guidati dall’associazione Annalisa Durante e dal Patto Locale per la Lettura ad organizzare l’evento, in occasione della celebrazione della Giornata Internazionale dello Studente ed il Settecentenario dalla morte di Dante Alighieri.

La sfilata è partita da piazza Crocella ai Mannesi e si è snodata lungo via Vicaria Vecchia e via Forcella.

L’evento “Dante a Forcella, Dante per tutti” ha catturato la curiosità e l’attenzione dei residenti ed è stato scandito da letture, coreografie e da una originalissima riscrittura del primo Canto della Divina Commedia.

Il testo è stato elaborata dagli stessi studenti per attualizzare il messaggio di Dante, immaginato tra i vicoli oscuri della perdizione ed il bivio salvifico in cui si dirama il tratto finale del decumano inferiore, la cui forma ad ‘Y’ dà il nome a Forcella – Nati per fare del bene-.

Un trampoliere ha vestito i panni del Sommo Poeta ed ha guidato l’artistico corteo, animato dagli allievi che si sono cimentati nei ruoli di Dante e Beatrice, in compagnia dell’angelo Annalisa Durante, nella veste di Virgilio che ha aiutato Dante a ritrovare la strada del bene.

Superare il male attraverso la cultura mediata dalla lettura, soprattutto per le giovani generazioni. Emblematici i versi “L’ultima belva, quella più cattiva / del male sembra non saziarsi mai / e più s’accresce e più si fa aggressiva. / Parecchi in pasto ancora essa conta / ma il dì che il libro qui trionferà / di sé giammai lascerà più impronta”.

A sostenere il lavoro gli studenti dell’IIS Sannino-De Cillis di Ponticelli, il Liceo scientifico Alfred Nobel di Torre del Greco, l’ISISS Amaldi-Nevio di Santa Maria Capua Vetere, l’IC 31° Paolo Borsellino di Napoli, la Fondazione Polis, I Teatrini, Donne di Carta, l’APS Fa.Re. Comunità ed i partner del progetto “Dante per tutti” ovvero la Biblioteca Nazionale, Biblioteca Universitaria, Biblioteca di Giurisprudenza della Federico II, Società dei Naturalisti in Napoli ed associazione Mine Creative.

“È un’iniziativa altamente simbolica e formativa per gli studenti e per l’intera comunità di Forcella – spiega Giuseppe Perna, presidente dell’associazione Annalisa Durante – resa possibile grazie al sostegno del Piano promozionale culturale 2021 della Regione Campania”.

“Un ringraziamento particolare va ai componenti del Patto Locale per la Lettura ‘Reading Forcella’, alla preside Stefania Colicelli, alla prof.ssa Nunzia Tancovi, all’editore Diego Guida, allo scrittore Paquito Catanzaro, agli operatori Silvana Guida, Nunzia Pastorini e Salvatore Avallone, agli attori Cristina Messere, Alesssandro Esposito e Giuseppe Terracciano e alle famiglie dei ragazzi che li hanno incoraggiati e sostenuti in tutti questi mesi” – ha concluso -.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi