Tanta commozione per l’ultimo addio a Mario

Oggi l’ultimo saluto a Mario, il migrante della Liberia che dal 2003 viveva in Italia e da anni ‘abitava’ la Stazione centrale di Napoli, regalando sorrisi e gioia alle persone che si trovavano a transitare.

Con Samuele Ciambriello e don Carlo De Angelis c’era Nicola Arpaia, il giovane giornalista, che ha acceso il riflettore sulla scomparsa di Mario e tanta gente comune che l’aveva conosciuto.

Dopo la benedizione sono stati deposti dei fiori nel luogo in cui il 45enne era solito sostare e chiacchierare con la gente.

Tanta la commozione per un uomo buono e pieno di vita che negli anni, senza mai chiedere nulla, ha dispensato gioia e sorrisi a tutti.

C’è chi ha lasciato un bigliettino su cui vi è scritto: “Caro Mario sei stato un vero gentlemen, un uomo di altri tempi, ogni mattina, ci accoglievi con il tuo bel sorriso contagioso e con parole stupende per ognuno di noi. Ti distinuevi per garbo, grazia e cortesia. Ci mancherai e ti ricorderò sempre con affetto. E come dicevi tu (The Queen)”.

Il ricordo dell’intervista a Mario dello scorso ottobre di quattro anni fa.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi