Nel ricordo di Francesco de Notaris presentata la raccolta di scritti “Avere memoria, costruire il futuro”

La figura di Francesco de Notaris, de “La Rete” eletto a Castellammare di Stabia nella XII legislatura, scomparso nello scorso ottobre, è stata ricordata in un convegno al Real Yacht Club Canottieri Savoia per iniziativa del deputato di “LIberi e Uguali” Valeria De Lorenzo e delle “Assise di Napoli e del Mezzogiorno”.

La raccolta di scritti “Avere memoria, costruire il futuro” (La scuola di Pitagora Editrice) , curata da de Notaris, è stata presentata dal giornalista Massimo Milone, dall’ on. De Lorenzo, e da Padre Alex Zanotelli.

Nel dibattito sono intervenuti tra gli altri l’architetto Giulio e il geologo Riccardo Caniparoli. 

Francesco de Notaris è stato un uomo di grande coraggio e dalla personalità accogliente, ironica, e al tempo stesso inflessibile nella condotta della sua attività politica.

Era un cattolico “progressista”, aveva provato a riformare le associazioni giovanili cattoliche durante il ’68, e ne era stato espulso. Aveva rifiutato le armi durante il servizio di leva, ed era stato più volte punito.Aveva tra i primi, aderito ai progetti di recupero didattico e culturale nelle carceri, convinto della loro inutilità, nei licei serali, nei centri di ascolto, nelle comunità di recupero.

In ogni luogo aveva portato la sua rivoluzionaria capacità di essere fuori dagli schemi, non con spocchioso anticonformismo esteriore o di facciata ma con un sostanziale rifiuto delle gerarchie, delle liturgie, della presunzione borghese e anche dell’omertà delle appartenenze.Da ogni luogo andava via lasciando ai vertici sdegno e disappunto, e nel cuore delle persone invece amicizia, amore, comprensione e legami duraturi e sinceri.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi