Uccide il fratello per incassare il premio della polizza assicurativa

Potrebbe essere vicino a una soluzione il giallo della morte di Domenico Martone, l’uomo di 33 anni il cui cadavere fu trovato fiamme, ed ancora
avvolto dalle campagne di Lettere. 

Tredici giorni dopo, per quell’efferato e inspiegabile omicidio, è stato arrestato il fratello di tre anni più grande, Antonio Martone, di 36 anni. I carabinieri lo hanno fermato a Sant’Antonio Abate.

Avrebbe dato fuoco al fratello quando questi era ancora in vita, facendo poi perdere le tracce abbandonando il luogo del delitto a piedi. 

Agghiacciante la motivazione: lo ha fatto per incassare una polizza sulla vita che lui stesso, poco più di un anno fa, aveva indotto il fratello a stipulare. È quanto hanno ricostruito i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia che, assieme alla Procura, hanno svolto le indagini sul macabro ritrovamento. 

Ad orientare le ricerche in ambienti familiari alla vittima anche il fatto che Martone avesse avuto una vita privata del tutto tranquilla, priva di qualsiasi precedente penale e di polizia. L’identità del cadavere era
stata rapidamente accertata dai militari, che avevano trovato a
poche decine di metri dal cadavere l’auto della vittima con
all’interno il suo green pass

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi