Uomo dato alle fiamme: ustioni di terzo grado sul 45% del corpo. Vita appesa a un filo

L’accusa dei magistrati della Procura Napoli Nod è di tentato omicidio Pasquale Pezzella, 36 anni, è stato sottoposto a fermo nell’ambito delle indagini sull’aggressione ai danni di Nicola Liguori, dato alle fiamme mentre stava videochiamando la fidanzata.

Sulla vicenda sono in corso indagini da parte degli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del commissariato di Frattamaggiore. Gli inquirenti classificano come un’ipotesi concreta che l’episodio sia riconducibile al furto di uno scooter.

La vittima è in ospedale in pericolo di vita. Liguori ha riportato ustioni di terzo grado sul 45% del corpo nell’aggressione la sera dello scorso 30 giugno, a Frattamaggiore.

Nicola Liguori, a – informa una nota della Procura di Napoli Nord – ha riportato ferite sulle gambe e sulle braccia, sulla regione lombare, sui glutei, schiena, dorso e sul fianco. Attualmente è ricoverato nel reparto grandi ustionati dell’ospedale di Bari – intubato e sotto sedazione profonda – e rischia la vita.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi