Assalto a ‘Cala la Pasta’, giudici scarcerano il nipote del boss di Alleanza di Secondigliano

Reading Time: < 1 minute Assalto a ‘Cala la Pasta’, giudici scarcerano il nipote del boss di Alleanza di Secondigliano

0 0
Reading Time: < 1 minute

Assalirono a maggio dell’anno scorso ‘Cala la pasta’, locale di via dei Tribunali a Napoli per ritorsione contro i titolari per aver manifestato l’intenzione di denunciare il motociclista che cadendo aveva ferito alcuni clienti e la moglie del proprietario del ristorante.

Tra coloro che intervennero con la paranza c’era anche Patrizio Bosti, 20 anni, nipote del boss omonimo e tra i fondatori di Alleanza di Secondigliano, attualmente detenuto. Proprio il giovane con un provvedimento adottato dai giudici della seconda sezione di Corte di Appello di Napoli è stato posto agli arresti domiciliari a Torino, con il divieto di comunicazione con l’esterno e con il suo retroterra familiare.

È questa la decisione della Corte d’Appello di Napoli (II sezione) che nel secondo grado aveva rideterminato la pena per il giovane rampollo in quattro anni a fronte dei sei anni stabiliti in primo grado.

Sconti anche per i complici di Bosti junior, Gennaro Vitone, Giorgio Marasco e Luigi Vitone, condannati rispettivamente a quattro anni il primo e quattro anni e otto mesi rispetto ai cinque anni e quattro mesi del primo grado.

Bosti era accusato di avere aggredito un turista argentino intervenuto per impedire che la moto venisse portata via mentre Marasco, per la Procura, avrebbe minacciato lo stesso turista con un coltello. Gli arresti domiciliari sono stati adottati nonostante il parere contrario della procura generale.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi