C’è anche il Comune di Napoli per aiutare cento donne rifugiate di partecipare ai corsi di formazione per la patente guida

Reading Time: 2 minutes C’è anche il Comune di Napoli per aiutare cento donne rifugiate di partecipare ai corsi di formazione per la patente guida

0 0
Reading Time: 2 minutes

Corsi di formazione per cento donne rifugiate. Un segnale per umanizzare e accogliere chi scappa da guerre e persecuzioni. A Palazzo San Giacomo è stato sottoscritto un accordo, appunto, per consentire a cento donne rifugiate o richiedenti asilo di partecipare a corsi di formazione per la patente di guida.

L’iniziativa persegue l’obiettivo di un più completo inserimento delle persone migranti nella vita sociale del territorio, ma anche di un rafforzamento delle loro opportunità di lavoro.

Il progetto è nato dalla cooperazione fra Comune di Napoli, Ministero dei Trasporti, Alto commissariato ONU per i rifugiati e due associazioni di categoria delle autoscuole ha l’obiettivo di formare, per il conseguimento di una patente di categoria A1 o B, 100 conducenti donne con status di rifugiato, o richiedenti asilo, in possesso di un permesso di soggiorno o permesso di soggiorno per motivi umanitari.

“Il Comune di Napoli lavora su questo in sinergia con attori istituzionali, enti del terzo settore e società civile per offrire servizi e nuove opportunità alle persone più vulnerabili. Sono molto soddisfatto dei primi risultati e spero possa proseguire in questa direzione e con sempre maggiore attenzione alle esigenze e alle vite di quanti sono accolti nei nostri territori soprattutto in considerazione del periodo delicato a livello internazionale”, ha spiegato il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

“Superiamo l’approccio assistenzialistico in favore dell’accompagnamento all’autonomia grazie a strumenti formativi e a servizi integrati, in particolare rivolti ai più fragili, minori e donne. Anche questo protocollo, che si affianca a quello già firmato con Unhcr per l’apertura di ‘Spazio Comune’ in via Vespucci, è il risultato di un lavoro di rete tra istituzioni locali, nazionali e internazionali, e con il Terzo Settore, su progettualità concrete ed in favore dei cittadini tutti, senza distinzioni e discriminazioni”, ha sottolineato l’assessore alle Politiche Sociali Luca Fella Trapanese.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi