Il tir della morte, trovati stipati 39 corpi di clandestini

0 0

Un tir è stato ispezionato, nella notte tra martedì e mercoledì, in un’area di stazionamento del Waterglade Industrial Park, a Grays, circa 35 chilometri da Londra.

Un controllo, come spesso accade per verificare il carico, le bolle di trasporto e i documenti di viaggio.

All’apertura del portellone, la polizia si è trovata di fronte l’apocalisse: a nulla è servito l’intervento di soccorsi medici e ambulanze, se non a certificare che tutti quei corpi ammonticchiati fossero senza vita.

Il numero esatto è di 39 poveri corpi senza identità e di nazionalità diverse. Il camionista Mo Robinson, 25 ani è stato arrestato e interrogato in carcere.

Il mezzo, secondo le prime informazioni, era partito dall’est della Bulgaria, lungo la rotta di transito balcanica usata anche per una parte del trasporto via terra di migranti in fuga, attraverso la Turchia, dalla guerra in Siria o da altri Paesi del Medio Oriente e dell’Asia.

Invece di compiere il tragitto classico verso il Regno Unito, ha cambiato strada e quindi verso il Belgio.

Il camion era probabilmente un container frigorifero dove le temperature potevano raggiungere anche i 25 gradi sotto zero. Condizioni tremende per chiunque. Questa potrebbe essere la causa del decesso dei 39 clandestini.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi