Decessi sospetti, due professionisti finiscono nel mirino

Un primario dell’Unita’ funzionale di chirurgia generale e chirurgia oncologica nella casa di cura Tortorella Spa del salernitano, Carmine N., e un medico chirurgo, Marco C., sono destinatari di misure cautelari.

I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Salerno ed eseguiti dai carabinieri.

Il primo è ai domiciliari, il secondo non può esercitare la sua professione.

Le accuse per i due professionisti assunti entrambi a novembre di tre anni fa, per omicidio colposo, reato riferito a diversi decessi in un arco temporale intercorrente tra il 12 novembre 2017 e il 25 marzo 2018.

Le indagini carabinieri sono partite proprio nel 2018 dopo una segnalazione relativa a un anomalo incremento di decessi verificatisi nella struttura nei mesi successivi all’assunzione dei due medici.

E la tesi dei pm, accolta dal gip, è che i due abbiano operato troppo e male, danneggiando i pazienti e anche provocandone la morte, per avvantaggiare economicamente la casa di cura che è anche convenzionata.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi