Ucciso per parcheggio, Riesame scarcera uno degli arrestati. Senatore Ruotolo: “Ci auguriamo che la Procura faccia ricorso. Solidarietà alla vedova e alle figlie della vittima”

Il tribunale del Riesame ha disposto la scarcerazione di Francesco Cirillo, 67 anni di Torre Annunziata (Napoli), una delle quattro persone arrestate nell’ambito dell’inchiesta sulla morte di Maurizio Cerrato, l’uomo ucciso in via IV Novembre per avere difeso la figlia, a sua volta aggredita solo per avere parcheggiato in un posto in strada occupato in precedenza con una sedia.

Accogliendo le motivazioni avanzate dal difensore del sessantasettenne, il tribunale della libertà ha riformulata l’accusa per il pregiudicato in concorso anomalo in omicidio volontario.

Per la difesa di Cirillo infatti, quest’ultimo avrebbe sì partecipato alla spedizione punitiva nei confronti di Cerrato ma non con l’intento di ucciderlo.

Insieme a Cirillo erano finiti in carcere anche i fratelli Giorgio e Domenico Scaramella e Antonio Cirillo, ritenuto colui che avrebbe sferrato la coltellata costata la vita al sessantunenne. 

E sulla vicenda è intervenuto il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto : “Lascia sgomenti la decisione del Tribunale del Riesame di concedere gli arresti domiciliari. Ci auguriamo che la Procura della Repubblica faccia ricorso anche perché l’indagato avrebbe ammesso la sua partecipazione alla tragica spedizione punitiva”.

“La nostra solidarietà va alla vedova e alle figlie di Maurizio Cerrato la cui esecuzione ha rappresentato uno spartiacque nella storia recente di Torre Annunziata e deve indurre tutti  noi a reagire contro la camorra e il malaffare – sottolinea il parlamentare – è giunto il momento che  Torre Annunziata si schieri. Chi è indifferente è complice dell’agonia della città”.

“Occorrono segnali concreti a cominciare dallo Stato che dimostri di essere Stato. Ma anche la città deve scendere in campo a difesa della legalità contro la cultura della violenza e della sopraffazione” – conclude il senatore -.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi