Oltre mille bambini a Napoli non vaccinati contro varicella, morbillo e altre malattie

Oltre mille bambini a Napoli, nati dal 2020 in poi, non sono vaccinati contro la varicella. 810 non sono vaccinati contro morbillo, rosolia e parotite. 777 non vaccinati contro tetano, pertosse, polio e altre malattie.

“Sono troppi”, ha detto Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli Uno, intervenendo stamattina su Radio Club91, nella trasmissione Barba & Capelli di Corrado Gabriele.

“Voglio lanciare un forte appello ai genitori di tutti i bimbi interessati a rivolgersi al più presto ai Centri vaccinali, per eseguire le vaccinazioni mancanti. Voglio ricordare che si tratta di una prevenzione primaria dedicata alla salute dei più piccoli ed è un adempimento obbligatorio” – sottolinea il manager -.

“Le vaccinazioni sono indispensabili per chiedere l’iscrizione alle scuole dell’infanzia. Anche loro devono fare attenzione e verificare. Siamo dispiaciuti. L’importanza dei vaccini è chiara, concreta, ci pare assurdo che ci siano persone che mettono a rischio salute propria e degli altri, a volte per banalità” – prosegue -.

“Alcuni addirittura, sull’esavalente, non completano il ciclo con la terza dose, avendo fatto le prime due. È assurdo ma accade. Faremo delle aperture straordinarie in questi giorni dei Centri vaccinali. Ognuno può, negli orari e nei giorni dedicati, completare i cicli. Si rivolga con fiducia alle nostre strutture, ci faccia capire cosa li preoccupa, perché non adempiono a questo obbligo. I nostri medici verificheranno lo stato di salute del bambino e decideranno come procedere. Il mio è un grido di allarme, anche per fare cultura sanitaria” – conclude Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli Uno-.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi