Maestro Russo, fondatore Orchestra Scarlatti: “Per noi il Covid è arrivato 27 anni fa”

”L’emergenza Covid a Napoli  non fa altro che evidenziare problematiche della nostra città che si trascinano da decenni” dice Gaetano Russo, fondatore e direttore artistico della Nuova Orchestra Scarlatti in merito alla chiusura delle attività teatrali, musicali e di spettacolo imposta dall’ultimo Dpcm.

”Ecco un esempio che può valere per tanti: a Napoli a differenza di tutte le altre grandi città italiane ed europee, dal 1993 non esistono Orchestre stabili, istituzionalmente riconosciute e garantite, al di fuori del San Carlo; pertanto con la pandemia viene a mancare quell’attività che una realtà come la nostra è costretta di volta in volta a realizzare con contributi esigui e riconosciuti tardivamente”.

Secondo il maestro Russo ”per noi Orchestra, il covid è arrivato 27 anni fa e nessuno si è mosso per la cura, cura obbligata per una città della musica come Napoli”.

“E non c’è da stupirsi poi se in Germania musicisti come noi, delle numerose orchestre esistenti, sono garantiti economicamente anche in un momento eccezionale di fermo come questo, visto che lì, come in altri Paesi, la musica e la cultura in genere sono beni tutelati dalle istituzioni” conclude Russo.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi