Successo per ‘Maggio all’infanzia Napoli’ 'Teatro Scuola Vedere Fare' è il progetto realizzato da Morena Pauro di 'Le Nuvole/Casa del Contemporaneo', con Salvatore Guadagnuolo di "'Agita"' e Giorgio Testa di 'Casa dello Spettatore'

Si conclude oggi ‘Maggio all’infanzia Napoli’, rassegna di teatro fatto dai ragazzi che ha visto esibirsi per due settimane consecutive al Teatro dei Piccoli di Napoli, alunni di diverse scuole della città.

La rassegna ha dato il via a 23 spettacoli, ideati e messi in scena dai ragazzi quale momento conclusivo, aperto al pubblico e alla città, di un articolato percorso, partito ad ottobre 2018, denominato ‘Teatro Scuola Vedere Fare’.

Un progetto ambizioso che è diventato un modello innovativo e di coinvolgimento, ideato e realizzato da Morena Pauro di ‘Le Nuvole/Casa del Contemporaneo’, con Salvatore Guadagnuolo di ‘Agita’ e Giorgio Testa di ‘Casa dello Spettatore’.

Il progetto ‘Teatro scuola, vedere fare’, riconosciuto dal Miur come formazione per il personale docente, è giunto alla sua quinta edizione ed è strutturato sulle esperienze del vedere e del fare teatro.

Durante l’anno, i ragazzi partecipanti hanno visto gli spettacoli teatrali di compagnie professioniste inseriti all’interno della rassegna ‘Young’ di ‘Le Nuvole/Casa del Contemporaneo’, iniziando così la formazione come spettatore teatrale e parallelamente, nelle scuole, sono iniziati i laboratori sul fare.

Otto incontri finalizzati alla creazione di una performance teatrale, a partire dalla stesura del testo fino alla messa in scena, composta volutamente da pochi elementi teatrali, per lasciare tutto lo spazio e l’attenzione ai ragazzi, ai loro pensieri e alle loro parole, unici protagonisti al centro del progetto.

Tanti gli argomenti portati sul palcoscenico dai 495 studenti coinvolti, coadiuvati da 49 docenti: dalla Grecia Antica ripercorrendo il Mito della Caverna di Platone alla riscrittura del mito de ”O Minotauro’, dove la via d’uscita, come la soluzione può trovarsi a portata di mano perfino quando si arriva nell’inferno dantesco ‘Nei gironi a far commedia’. Ancora, ‘La scuola dei cattivi’ dove vengono mal-educati i personaggi delle favole; la storia di Pinocchio, che fa emergere l’ingenuità e la fiducia negli altri, la voglia di apparire grandi nell’avventura della crescita vissuta tra pericoli e tanto divertimento.

 

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi