Soffiano venti di guerra: Usa-Iran a un passo dal conflitto

Soffiano venti di guerra in Iraq. Un drone militare Usa ha ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani mentre a Bagdad. È stato lo stesso presidente Usa, Donald Trump a dare l’ordine.

La controffensiva statunitense è stata dettata dopo l’assedio organizzato contro l’ambasciata americana delle milizie filo iraniane. La reazione di Washington è netta : “Proteggeremo sempre i nostri interessi”.

L’ attacco è scattato in piena notte e rischia di portare Stati Uniti e Iran sull’orlo della guerra.

Il generale Qassem Soleimani morto nel raid missilistico, sarebbe responsabile delle operazioni coperte di Teheran in Iraq. L’eliminazione del generale è un duro colpo perchè era l’ uomo di punta del regime degli ayatollah.

A Teheran sono stati dichiarati tre giorni di lutto nazionale. Il radi ha portato alla distruzione di due auto e oltre al generale sono morti cinque esponenti del movimento iracheno e due iraniani.

Tra le vittime, il leader delle Pmu Abu Mahdi Al-Muhandis, l’uomo che il 30 dicembre ha spronato la folla ad assaltare l’ambasciata americana.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi