Aggressione della baby gang a corso Garibaldi: acciuffati grazie alla videosorveglianza

Scappano come una mandria impazzita. La sequenza è immortalata dal circuito di videosorveglianza. Pochi fotogrammi che hanno permesso ai carabinieri di identificare il branco che nel tardo pomeriggio dello scorso 16 gennaio, su corso Garibaldi, per futili motivi, ferirono con un coltello un ragazzo di 16 anni di Napoli mentre stava tornando a casa dopo gli allenamenti di calcio.

Denunciati per lesioni aggravate 4 ragazzi tra i 15 e i 16 anni. Due – in particolare – sono indagati per aver preso parte all’aggressione, avvenuta il 17 gennaio scorso, nei confronti di alcuni poliziotti intervenuti nel Borgo Sant’Antonio.

I carabinieri hanno individuato i 4 minori dopo una attività d’indagine coordinata dalla Procura dei minori di Napoli.

I militari dell’Arma proprio dalle analisi delle immagini dei sistemi di video sorveglianza sono risaliti agli autori del ferimento.

Il primo ad essere pizzicato è stato un ragazzo del 2004, originario del Borgo Sant’Antonio Abate. I carabinieri nel perquisire la sua abitazione, hanno rivenuto i vestiti indossati il giorno dell’aggressione.

Da qui poi sono stati individuati gi altri tre giovani aggressori; portati davanti al Pubblico Ministero titolare del fascicolo tre minorenni hanno ammesso le responsabilità fornendo tutti i dettagli dell’aggressione e dell’acquisto dell’arma, avvenuto poco prima dei fatti.

Altre perquisizioni hanno consentito di rinvenire gli indumenti degli altri minori avevano addosso quel giorno, due telefoni cellulari usati per comunicare tra loro e un coltello a serramanico simile a quello utilizzato per ferire il giovane.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi