VIDEO. Per il Tg1 delle 20 gli abitanti della periferia Est di Napoli ‘normalmente’ gettano oggetti dai balconi contro la polizia. Ai tempi del Covid solo applausi alle divise per la sanificazione delle strade

Nel Tg 1 delle 20 va in onda un servizio che descrive i quartieri della periferia Est della città abitati da subumani che per la prima volta invece di lanciare oggetti contro le forze dell’ordine applaudono per la sanificazione delle strade.

Stavamo in pensiero. Al lungo elenco di chi racconta, ai tempi del Coronavirus, Napoli in modo deformato e infarcito di luoghi comuni non poteva mancare il Tg1.

Nell’edizione delle 20 e sul finire del Tg della rete ammraglia di quello che dovrebbe essere il servizio pubblico, ecco il reportage introdotto dalla conduttrice-giornalista Laura Chimenti : “I mezzi antisommossa si aggirano nei quartieri più difficili di Napoli. Non è un blitz anti camorra ma la sanificazione accolta dagli appluasi della gente”. Padre, figlio e spirito Santo.

L’inviato Giacinto Pinto attacca con la solita musica che scorre sulle solite immagini : “Gli applausi dai balconi dalle finestre di San Giovanni a Teduccio sono tutti per il passaggio della polizia”.

“Gli agenti non sono venuti per un blitz ma per sanificare le strade con gli idranti”. Un monologo dell’inviato con tesi incorporata intervallata da qualche battuta imboccata ai cittadini che artatamente hanno la funzione a loro insaputa di rafforzare il messaggio.

“Le forze dell’ordine quando arrivano per arresti e perquisizioni vengono accolti in tutt’altro modo molto spesso con il lancio di oggetti dai balconi” – sentenzia Pinto.

“San Giovanni a Teduccio ma anche Barra, Ponticelli, Scampia, i quartieri della periferia di Napoli dove da anni si combatte la guerra dei clan”- insiste l’inviato – “Ora anche in questi palazzi fatiscenti per tante famiglie l’unico nemico da combattere è il virus” – insomma in assenza del virus si deve per forza combattere -.

“Quattromila strade, duemila chilometri, la disinfestazione dell’azienda municipale dei rifiuti con i mezzi antisommossa dell apolziia per un giorno è diventata cosi una festa” chiosa a chiusura del servizio l’attento e perspicace inviato.

È vero a Napoli e specialmente a San Giovanni a Teduccio ma anche Barra, Ponticelli, Scampia i napoletani dalla mattina alla sera e compresa la notte stanno tutti a festeggiare – senza assembramenti – al ritmo della tarantelle e delle chitarrate.

Arnaldo Capezzuto

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

10 2
50 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
50 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi