Operai Whirlpool, stop alle delocalizzazioni: giovedì assedio del Consolato americano

Giovedì 23 luglio i lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli, insieme a rappresentanze di lavoratori provenienti da tutte le realtà del gruppo, parteciperanno a un’iniziativa presso il Consolato americano di Napoli, dove si terrà un presidio.

Parteciperanno una rappresentanza di lavoratori Embraco e delegazioni di tutte le aziende del territorio di Napoli, con Fim, Fiom e Uilm nazionali e territoriali e Cgil, Cisl e Uil territoriali.

“Dopo essere stati dal prefetto di Napoli e dai prefetti di appartenenza di ogni città i cui i siti Whirlpool risiedono – si legge in un comunicato – si ritorna in strada con un atto simbolico e dimostrativo a dire alle multinazionali che chi viene a fare profitto nel nostro Paese deve rispettare accordi, leggi e regole, ma soprattutto i cittadini.

Con questo atteggiamento non solo la Whirlpoll viene meno ad accordi, ma dimostra di non aver rispetto per il Paese e lede i diritti dei lavoratori che sono alla base della nostra democrazia”.

Il concentramento sarà alle ore 9.30 all’esterno della stazione di Mergellina, i manifestanti raggiungeranno in corteo il Consolato. La Rsu dichiara l’intera giornata di sciopero.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi