La foto choc indigna l’America. Polizia a cavallo trascina un nero

0 0
Reading Time: 2 minutes

Reazioni indignate, polemiche e critiche si sono abbattute come un tornado sul corpo della polizia di Galveston, in Texas, dopo che su facebook è comparsa la foto di agenti a cavallo che scortano un uomo di colore con le mani legate dietro la schiena e che cammina al loro fianco.

L’uomo in stato di fermo è tirato per una corda. Si tratta di Donald Neely, 43 anni, arrestato con l’accusa di violazione di domicilio.

Alle manette è stata poi fissata la corda come fosse un guinzaglio per trascinare il fermato. Del motivo per cui alle manette è stata legata un corda-guinzaglio senza, invece, come è da regolamento attendere una unità mobile di supporto è un mistero.

L’immagine è finita sui social diventando virale e scatenando un putiferio online, dove la polizia è stata accusata di aver indebitamente legato l’uomo, tanto più se era già stato ammanettato.

Il Dipartimento di polizia di Galveston precipitosamente ha pubblicato un comunicato in cui spiega cosa è successo e chiede ufficialmente scusa al 43enne arrestato.

“Dobbiamo porgere le scuse al signor Neely per l’inutile imbarazzo. Sebbene si tratti di una tecnica collaudata e in alcuni scenari raccomandata – spiega il capo della polizia – credo che i nostri ufficiali abbiano mostrato scarso giudizio in questo caso e che avrebbero potuto aspettare un’unità di trasporto nel luogo di arresto”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi