Vertice M5S-Pd a Palazzo Chigi tra tensioni e sospetti

0 0
Reading Time: 2 minutes

È cominciato da qualche minuto a Palazzo Chigi l’incontro tra la delegazione dei Cinquestelle e del Pd.

I due gruppi parlamentari si incontrano dopo le dure parole che suonavano come un ultimatum di Luigi Di Maio a fine colloquio con il premier incaricato Giuseppe Conte.

Il clima è teso. L’uscita del capo dei Pentastellati ha creato una ridda di tensioni e fatto emergere la diffidenza, i rancori e la freddezza che da sempre animano e separano le due formazioni politiche.

Tanti ancora i nodi da sciogliere per trovare una intesa generale su di un programma politico da condividere.

Un percorso accidentato e delicato ma unico per poter garantire un progetto di ampio respiro da realizzare nei 4 anni di legislatura.

È ciò che ha chiesto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è ciò che sta perseguendo il premier incaricato Giuseppe Conte.

Di Maio è stato chiaro e minaccioso rivolto ai dem ha scandito : “I nostri punti siano nel programma o è meglio il voto”.

Una entrata a gamba tesa inattesa che rischiava di far precipitare le cose.

Lo slittamento dell’incontro di oggi ne è una diretta conseguenza. È stato un intervento di Conte a provare a rassicurare i dem e riannodare i fili della trattativa.

Solo con il gesto di attenzione e rassicurazione del premier è stato recuperato per il rotto della cuffia l’incontro di oggi a Palazzo Chigi.

È chiaro che l’atmosfera tra le due delegazioni è guardinga: nessuno si fida di nessuno.

Si pare con il piede sbagliato e pensare che i due partiti in futuro laddovè decolli l’esecutivo M5S-Pd dovranno elaborare e approvare provvedimenti di legge per il Governo del Paese.

Pier Paolo Milanese

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi