Mastella contro i piccioni: “Vietato alimentarli e dare scarti a cani e gatti randagi”

Pugno duro di Clemente Mastella. L’ex ministro della Giustizia ne ha fatto una battagli di civiltà. Non vuole sapere ragioni.

L’ex parlamentare di lungo corso ora primo cittadino di Benevento sta conducendo una grande crociata. Sembra ritornato all’epoca della battaglie della Dc.

Nel mirino del sindaco sannita sono finiti i colombi. Senza ironia di circostanza, i pennuti rappresentano il vero problema di Benevento un po’ come a Palermo con il traffico.

Il provvedimento di Mastella è duro e punitivo: È vietato dare da mangiare ai piccioni.

Nell’ordinanza si legge : “il provvedimento si è reso necessario a causa dell’aumento esponenziale delle colonie di colombi e piccioni, soprattutto nel centro storico, e del conseguente elevato rischio di trasmissione all’uomo, direttamente e per tramite degli animali domestici, di malattie infettive e parassitarie, oltre che del grave pregiudizio causato dall’accumulo di guano al patrimonio monumentale e architettonico della città”.

“Si vieta di alimentare colombi e piccioni e di rilasciare sul suolo pubblico e privato mangimi e granaglie”.

Il provvedimento, inoltre, “fa divieto assoluto di lasciare sul suolo pubblico scarti e avanzi alimentari e comunque cibi destinati ad alimentare cani e gatti randagi”.

Oltre al divieto di nutrirli, i proprietari degli edifici cittadini dovranno mantenere perfettamente pulite le aree private e le strutture interessate dalla presenza dei volatili e dovranno mettere in atto tutti gli accorgimenti per evitare loro di nidificare.

Genny Attira

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi