Agguato di camorra, nel mirino 33enne

La camorra non riposa mai. Neppure con il coronavirus resta a casa. A Torre Annunziata, comune del vesuviano, i sicari sono entrati in azione.

Nel mirino dei killer è finito Alfonso Scoppetta, 33 anni.

L’agguato sarebbe legato ai contrasti tra il clan Gionta, al quale l’uomo e’ ritenuto dagli inquirenti contiguo, e i Limelli-Vangone.

Una faida che si trascina da decenni e che negli anni ha portato a molte vittime per la gestione del traffico di droga.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi