VIDEO su Instagram. Museo e Real Bosco di Capodimonte: L’arte si adegua al Covid-19

Sull’account Instagram del Museo e Real Bosco di Capodimonte (museoboscocapodimonte) scorrono in un video le istantanee che fotografano la nuova quotidianità fatta di autocertificazioni, file con distanziamento sociale al supermercato, quarantene, passeggiate con il cane, linee di contagio e chili di troppo.

E così l’arte prova a sdrammatizzare l’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus e a strappare un sorriso in questi momenti difficili.

E così ritroviamo le linee del contagio nei tratti dell’opera site-specific White bands in a black room di Sol LeWitt oppure il distanziamento sociale nell’Atalanta e Ippomene di Guido Reni mentre gli uomini che si sorreggono l’un l’altro nella Parabola dei ciechi di Brughel potrebbero essere “in fila al supermercato”.

La Luisa Sanfelice in carcere di Gioacchino Toma fa la “quarantena” da single, il Sileno ebbro di Jusepe de Ribera ha preso qualche chilo di troppo, e la Danae di Tiziano rappresenta i nostri pomeriggi sul divano.

Mentre Fra Luca Pacioli continua a lavorare in modalità smart working nel celebre dipinto di Iacopo de’ Barbari, i ragazzi si interrogano su cosa scegliere: studio o serie tv? Sentono il peso della decisione come Ercole al Bivio di Annibale Carracci diviso tra la virtù e il vizio.

Carlo di Borbone in abiti da cacciatore di Antonio Sebastiani rappresenta bene la “passeggiata con il cane”, negli Iconoclasti di Domenico Morelli è facile immaginare il controllo dell’autocertificazione mentre Arrigo Peloso, Pietro Matto e Amon Nano di Agostino Carracci ci ricordano la chiusura forzata di parrucchieri ed estetiste.

Infine, nell’Uscita degli animali dall’arca di Filippo Palizzi la Natura riprende vita.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi