L’editore Pironti: “Riapro la mia libreria per combattere e sconfiggere il virus”

1 0
Reading Time: 2 minutes

“Lunedì riapriamo, anche se so che per leggere un buon libro bisogna avere la serenità e le persone sono preoccupate ora”.

Tullio Pironti è a Piazza Dante nella sua libreria a rimettere in ordine gli scaffali, a pulire la polvere che in 50 giorni di chiusura si è accumulata sui libri del suo negozio che è in pratica la porta d’accesso a Port’Alba, la strada delle librerie .

Editore, libraio, con alle spalle un passato da peso welter, da pugile della nazionale italiana, Pironti è abituato a combattere: “Questo virus – dice – si combatte difendendoci, come quando sali sul ring e hai davanti un avversario molto pericoloso. Devi stare attento, valutarlo bene, capire se e come lo puoi battere. Mi auguro che abbia dei punti deboli e così questa pandemia finirà”.

“Lunedì apro – spiega – dopo un periodo incredibile. Port’Alba è uno dei simboli della chiusura per il covid a Napoli: chi si aspettava tutte le librerie chiuse per tanto tempo? Ora la gente è preoccupata ma c’è anche il cuore dei napoletani. Mi aspettavo la loro generosità, che stiamo vedendo in queste settimane: chi può fare qualcosa, chi può dare aiuto lo ha sicuramente fatto. I napoletani questo lo sentono e sanno essere uniti in queste lotte”. 

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi