Il sindacalista Soumahoro invita Salvini nei campi: “Metta gli stivali e venga ad ascoltare i contadini”

“Il Governo regolarizzi tutti i migranti per dovere di Stato. Bisogna tutelare contadini, agricoltori e braccianti dallo strapotere della GDO, se si vuole garantire un cibo eticamente sano ai consumatori”.

Parla con forza, energia e in difesa degli ultimi tra gli ultimi Aboubakar Soumahoro, sindacalista italo-ivoriano responsabile dei braccianti per l’Usb: riflette, argomenta, parla di diritti, di leggi, denuncia.

"Mezz'ora in più" – Rai3

Bisogna tutelare contadini, agricoltori e braccianti (di cui l'82% sono italiani secondo i dati Ministero del Lavoro) dallo strapotere della GDO, se si vuole garantire un cibo eticamente sano ai consumatori. Il Governo regolarizzi tutti per dovere di Stato.Sen. Matteo Salvini, metta gli stivali per venire a vedere la miseria degli esseri umani che producono il cibo che finisce sulla sua tavola.

Pubblicato da Aboubakar Soumahoro su Domenica 10 maggio 2020

Un gigante, un uomo di cultura e di pratica, un portatore di valori e di ideali. La finestra è quella della trasmissione ‘Mezz’ora in più’ di Lucia Annunziata. Il sindacalista pone la questione dei braccianti che riguarda anche tanti braccianti italiani e non solamente i lavoratori stranieri e il tema della regolarizzazione.

Collegato in studio c’è anche Matteo Salvini e come sempre non sa di cosa parla e allora replica come le affermazioni del sindacalista non c’entri nulla con la sanatoria degli immigrati.

Soumahoro, cita Primo Levi e Papa Francesco, smonta con calma ogni singola balla di Salvini. Parte dal presupposto: che a marcire nei campi sono i diritti anche degli italiani, che rappresentano oltre l’80% della manodopera agricola. Sono i diritti di chi, dice Aboubakar, “è impegnato nelle campagne a raccogliere frutta e cibo che finisce anche sulla tavola del senatore Salvini”.

Il leader della Lega con i suoi elenchi inutili comincia a mettere in fila tutto e il contrario di tutto a suon di retorica, frasi fatte e fakenews. A quel punto Soumahoro si rivelge al capo del Carroccio e con voce ferma gli dice: “Metta gli stivali e venga nei campi con noi. Andiamo ad ascoltare i contadini”.

Intanto sul fenomeno del caporalato e sulla regolarizzazione è intervenuto a ‘Che Tempo Che fa’, il procuratore nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho che ha detto: “Il caporalato certamente è sostenuto dalle mafie e si fonda proprio sulla mancanza di regolarizzazione di tanti giovani che lavorano e hanno l’unico torto di non far parte della comunità”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

2 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi