L’accusa di De Luca: “Chi non indossa la mascherina è un incivile e un gran cafone”

Si dice preoccupatissimo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per l’incremento dei contagi e per la poca disciplina della gente a non indossare la mascherina anti-Covid-19 ed ai rischi di una ripresa dell’epidemia.

“Auspico che l’EAV e le altre aziende di trasporto regionale seguano l’esempio di Trenitalia, e bloccare i mezzi dove ci sono passeggeri senza mascherina” – spiega – .

“Bisogna indicarli all’indignazione pubblica – sottolinea De Luca – sono cafoni incivili, che mettono a rischio la salute degli altri “.

“Se il Governo apre, com’è giusto, alla mobilità interregionale dobbiamo prevedere comportamenti responsabili da parte dei cittadini. Altrimenti avremo un ritorno del contagio a settembre”.

E poi riflette: “Siamo già in ritardo rispetto all’assoluta necessità di prorogare lo stato di emergenza. Se il clima del Paese rimane quello che abbiamo oggi, di totale rilassamento e deresponsabilizzazione noi non arriviamo neanche a settembre”.  

“Dovremo governare un periodo transitorio – evidenzia il numero uno di Palazzo Santa Lucia – di qui alla primavera finché non avremo la disponibilità del vaccino, il presupposto per governare questa transizione è responsabilità dei cittadini e controllo rigoroso delle frontiere. A oggi non abbiamo né l’una né l’altra condizione e dobbiamo rendere in qualche misura obbligatorio l’uso delle mascherine”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi