Alla biblioteca ‘Alfredo de Marsico’: Un drink per il sociale, la musica come inclusione

Alla biblioteca ‘Alfredo de Marsico’, omonimo Ente morale ha organizzato un focus sul diritto all’educazione musicale.

Un appuntamento importante che nasce e s’ispira grazie a una riflessione del compianto maestro Ennio Morricone che scrisse: “La musica esige che prima si guardi dentro se stessi”.

L‘Ente morale ‘Alfredo De Marsico’ ha presentato presso Castel Capuano l’importante iniziativa sulla devianza minorile.

Il presidente dell‘Ente morale Roberto Fiore ha aperto i lavori della giornata di studio e di confronto incentrandola sul rapporto tra i giovani e la musica.

All’ iniziativa di promozione sociale a favore dei ragazzi della città di Napoli sono intervenuti tra gli altri Antonio Tafuri, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli e l’Assessore alle politiche sociali, Alessandra Clemente.

Il giudice Egle Pilla, madrina dell’evento ha consegnato gli strumenti musicali ai responsabili dei centri minorili.

A ricevere gli strumenti sono stati : Assunta Vilardi della Cooperativa ‘Nuovi percorsi’, Vera Figliolini della Cooperativa ‘Verso l’altro’, Fortuna Giustiniani, presidente del ‘Centro di Gioventù’ della parrocchia di Santa Maria di Caravaggio e a Suor Elvira Dongu della Congregazione Suore dell’Assunzione che è intervenuta a nome dell’Associazione San Camillo, onlus che risponde e soddisfa le tante richieste di sostegno di famiglie che vivono situazioni di marginalità nel Centro storico di Napoli.

Una bella iniziativa che ha ricordato ancora una volta il genio dell’immenso Ennio Morricone, recentemente scomparso.

Elena Barbato

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

5 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi