Lockdown a Napoli, strade deserte e negozi chiusi

È trascorso il primo giorno della Campania in zona rossa. Napoli si presenta completamente diversa rispetto a ieri e ai due fine settimana di zona gialla.

Le misure piu’ stringenti, introdotte del ministero della Salute per la Campania, svuotano la citta’ e anche il meteo scoraggia molti a uscire di casa. Alcuni bar scelgono di tenere giu’ le serrande, mentre davanti a quelli aperti si fermano poche persone per consumare un caffe’ da asporto. Anche ristoranti, pizzerie e pasticcerie sperano nell’asporto, ma finora le richieste sono state pochissime.

Le forze dell’ordine presidiano i punti strategici, dove fino a ieri sera si erano visti numerosi assembramenti e che stamattina sono quasi deserti. Stesso scenario sul lungomare, piazza Plebiscito, in via Toledo, e nei quartieri di Chiaia e del Vomero.

Circolano pochissime auto e il traffico scorre con grande regolarita’, anche nelle strade solitamente congestionate. Chiusi gli altri esercizi commerciali, tranne quelli che vendono beni di prima necessita’.

Alcune persone si fermano a parlare con le forze dell’ordine per chiedere informazioni. Una signora dice di essere appena uscita da una chiesa vicina: gli agenti della polizia municipale le spiegano che e’ consentito andare a messa, ma anche per lei serve l’autocertificazione.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

1 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi