Al via l’XI edizione di ‘Memoriæ’, venerdì cerimonia di consegna delle “Stelle di David”

Sono l’associazione Progetto Memoria di Roma, il Comune di Bacoli e i familiari di Luigi Galletta, i destinatari dei Maghen David d’oro attribuiti nell’ambito dell’undicesima edizione di “Memoriæ”, in programma in streaming, in ottemperanza alla normativa anti-covid, il prossimo 5 marzo con inizio alle ore 11,30.

Nato per iniziativa della Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC e del Centro di Cultura Ebraica di Roma, l’associazione Progetto Memoria – a cui è destinato il riconoscimento “Memoriæ della Shoah” – è da anni impegnata in progetti finalizzati all’insegnamento della Shoah negli istituti di istruzione primaria e secondaria.

Il Maghen David riservato alle “Memoriæ di impegno civile”, è stato invece assegnato al Comune di Bacoli per la solidarietà offerta ai numerosi profughi ebrei, in maggioranza sopravvissuti ai campi di concentramento e sterminio nazisti, che negli anni immediatamente successivi all’ultimo conflitto mondiale confluirono nella cittadina flegrea in attesa di imbarcarsi (clandestinamente) per la Palestina, all’epoca dei fatti Protettorato britannico.

L’ultimo dei riconoscimenti, quello che ogni anno viene riservato alla memoria di una vittima della criminalità, sarà ritirato da uno dei familiari di Luigi Galletta, il giovane meccanico napoletano, ucciso in via Carbonara il 31 luglio del 2015, la cui unica colpa era di avere un parente affiliato a un clan di camorra.

Nel corso dell’evento, che lo scorso anno è stato annullato a causa del lockdown nazionale, saranno proclamati i vincitori del concorso “Io non dimentico”, giunto quest’anno alla terza edizione. Concorso, riservato agli studenti del primo e secondo ciclo di istruzione scolastica, al fine di promuovere la conoscenza della storia del Novecento europeo e dei tragici eventi che l’hanno caratterizzata.

«Rispetto alle passate edizioni – spiega il giornalista e storico della Shoah Nico Pirozzi, ideatore del progetto, promosso e organizzato assieme alla Fondazione Valenzi, con il patrocinio morale della Comunità ebraica di Napoli – l’evento di quest’anno viene definitivamente posticipato al 6 marzo, Giornata europea dei Giusti. Una decisione imposta dal tipo di manifestazione che abbiamo creato nel corso di questi dodici anni, ma anche per evitare la retorica che ultimamente ha fatto da sconveniente cornice alle celebrazioni organizzate per la Giornata della memoria».

«La Fondazione Valenzi – aggiunge Lucia Valenzi, presidente della Fondazione dedicata al padre Maurizio e alla madre Litza – anche in questi difficili momenti che limitano le nostre possibilità di incontro e partecipazione, ritiene decisivo il contrasto a tutte le forme di razzismo e discriminazione da attuare con l’attiva partecipazione delle giovani generazioni al di fuori di ogni ripetitiva e sterile retorica».

L’evento potrà essere seguito solo da remoto collegandosi all’indirizzo web https://www.facebook.com/FondazioneValenzi/

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

0 0
0 %
Happy
0 %
Sad
0 %
Excited
0 %
Angry
0 %
Surprise
Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi