Furbetti del cartellino, scure dell’Asl Napoli 1 : 33 dipendenti applicati provvedimenti disciplinari

0 0
Reading Time: < 1 minute

Furbetti del cartellino, dopo la chiusura nel processo di primo grado a dicembre, scattano i provvedimenti disciplinari dell’Asl Napoli 1. I diepndenti coinvolti nella vicenda di assenteismo e condannati ammontano a 33.

A loro sono stati applicati sanzioni disciplinari come sospensioni senza diritto alla retribuzione, mentre per i 49 assolti si stanno ancora verificando di eventuali responsabilità sotto il profilo disciplinare ovvero per iniziative funzionali a recuperare il danno non patrimoniale.

A darne notizia la direzione generale dell’Asl. Le sospensioni partiranno dal prossimo primo aprile, riguardano anche personale gia’ in pensione, e ammontano a un totale di 101 mesi, di cui 71 per il personale allo stato ancora in servizio.

Sono invece dovuti i dipendenti licenziati, un operatore sanitario in quiescenza e un infermiere che risulta già licenziato per altro procedimento disciplinare legato a un procedimento penale per stipendi gonfiati.

“Si definisce finalmente un capitolo molto doloroso della storia di questa azienda – dice il direttore generale dell’Asl Ciro Verdoliva – un capitolo che ha macchiato per lungo tempo l’immagine di tutti. Anche di quella parte di dipendenti, che sono la grande maggioranza, che dedica alla Asl Napoli 1 Centro la propria vita con professionalita’ e abnegazione. È proprio a questi dipendenti che abbiamo voluto dare un messaggio forte e rispettoso dei loro sani comportamenti sanzionando in modo deciso, invece, chi ha commesso quei crimini”.

Metti un like alla nostra Fanpage

© Riproduzione riservata
www.ladomenicasettimanale.it

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Chiudi
Ascolta le notizie
Social profiles
Chiudi